Isola di Capri - Hotel Capri -Vacanze a Capri - Soggiorni a Capri - Guida all'isola di Capri - Alberghi Capri - Golfo di Napoli cultura-ospitalità-vacanze-viaggi-crociere
Condividi HOME VELA NEWS CHARTERER/NOLEGGIO MEDSEA MAP/MAPPA MEDITERRANEO PORTI MEDITERRANEO
Mappa Marina Grande Capri vessel position Prenota traghetto GOLFO DI NAPOLI - ISOLA DI CAPRI - MARE TIRRENO
Hotel a Capri

Il premio Lauzi, ad Anacapri la canzone d'autore
16 agosto 2013 – La serata di gala si terrà giovedì 29 agosto alle ore 21 all’interno del Teatro Paradiso in Piazza Cerio. Condurranno Marino Bartoletti e l’attrice Francesca Ceci. La magia di Anacapri, il ricordo di Bruno Lauzi, il cuore romantico e appassionato di Giuliano Sangiorgi e un parterre di personaggi straordinari. Questi gli ingredienti e le emozioni della sesta edizione del Premio Anacapri Bruno Lauzi Canzone d’Autore, ideato e diretto dal giornalista Roberto Gianani...continua

L'isola di Capri è situata a circa 17 miglia marine a sud di Napoli e a 3 dalla Penisola Sorrentina. E' lunga circa 6 km e larga dagli 1,2 ai 2,8 km. Si estende su un'area di circa 10 km quadrati, dei quali 4 appartengono al comune di Capri e 6 al comune di Anacapri.L'isola di Capri è una delle mete preferite del turismo internazionale. Il perimetro costiero misura circa 17 km. Il Monte Tiberio (m 334) ad oriente ed il Monte Solaro (m 589) ad occidente sono i due rilievi principali dell'isola. Diversamente dalle altre isole del Golfo di Napoli ,Procida e Ischia, Capri non è di origine vulcanica, formata da terreni calcarei del Cretaceo e, in minor misura, da tufi di trasporto eolico dei vulcani vicini. Dal punto di vista geologico, costituisce l'estrema propaggine del sistema montuoso della Penisola Sorrentina, anch'esso di natura calcarea. La temperatura media è di 13, 1°C in inverno, 16,5°C in primavera, 22,7°C in estate e 13.9°C in autunno. L'etimologia del nome Capri deriva dal latino 'capraeae' (capre), non dal greco "kapros" (cinghiale), anche se molti avanzi fossili di questo animale sono stati rinvenuti sull'isola.
Dal porto di marina grande si può raggiungere ,in funivia, la celebre piazzetta meta del jet-set internazionale. L'isola abitata sin dalla preistoria ha avuto il suo periodo di massimo splendore durante l'epoca romana, particolarmente gradita ad Augusto e soprattutto all'imperatore Tiberio, che vi si stabilì nel 26 a.C. e da qui governò l'impero romano per oltre dieci anni, fino alla morte. I romani hanno costruito parecchie ville e dimore di cui ancora adesso si possono ammirare i resti.Ben conservata è villa Jovis che sovrasta l'isola e da cui si può ammirare il golfo di Napoli. Poi l'isola conobbe il declino, seguì le sorti italiane e conobbe le invasioni di tutti i popoli che vi passarono. Dall'ottocento è stata scoperta da artisti e intellettuali e da allora rimane una delle mete più ambite dal turismo internazionale.
Tra le più visitate mete turistiche dell'isola vi sono i Faraglioni e la Grotta Azzurra, l'Arco Naturale, la spiaggia di Marina Piccola e la trecentesca Certosa di San Giacomo; le aree archeologiche dell'acropoli greca (IV-V secolo a.C.), dei Bagni di Tiberio e di Villa Jovis rappresentano invece le vestigia del lontano passato greco-romano.




E-Mail contact harbours@harbours.net
Web Services by © 2004/2006 Internet Network Solutions - Italy/UE - All Rights Reserved